TRANSLATE

lunedì 13 febbraio 2012

L'UOMO A COLLO ALTO







Carissimi followers,
con questo freddo ho pensato di proporvi un qualcosa da mettere tutti i giorni che può rendere i vostri total look davvero originali.
Iniziate a tirar fuori tutti i classici maglioni a dolce vita.
Questa maglia viene chiamata "a dolce vita" pare essere nato dopo che il famoso attore Marcello Mastroianni, nel ruolo del giornalista Rubini, lo sfoggiò nel film La Dolce Vita di Fellini nel 1960.
Da non confondere con il lupetto, che si caratterizza per la parte alta che termina a metà del collo di chi lo indossa, il dolcevita ha il collo risvoltato, è aderente al corpo e può essere indossato in una grande varietà d'abbinamenti.

Ed eccovi qualche suggerimento:

1. Sceglietelo piuttosto aderente, o comunque della vostra taglia. Troppo largo fa fagotto;

2. Occhio anche alla lunghezza. Deve cadere dolcemente (è nel suo dna) alla vita, mai più lungo;

3. Per aiutarvi nella scelta della taglia considerate il giro delle spalle. Se non avrete libertà nei movimenti allora è troppo stretto;

4. Tra i tessuti: meglio la lana merinos o il cachemere;

5. I colori da prediligere sono: il grigio, il blu navy e il nero, of course:

6. Scegliete tinte unite, le vostre fantasie destinatele a miglior causa. Così ci saranno anche meno problemi di abbinamento;

7. Si può indossarlo sotto la giacca formale e sostituirlo alla classica camicia. Anche quando vi toglierete la giacca avrete comunque un aspetto ordinato ed elegante;

8. Pratico e funzionale. Vi basta?

9. Il collo alto slancia la figura e sta bene più o meno a tutti. Tra gli uomini che lo hanno amato si annoverano tra gli altri il giornalista Indro Montanelli, il senatore Ted Kennedy, il direttore d'orchestra Valmidimir Ashkenazy e Stefano Accorsi;

10. Tra i suoi plus ha la caratteristica di tenere molto caldo, l'ideale per fredde giornate invernali come queste.

CORNELIANI
DIOR HOMME
CANALI
SALVATORE FERRAGAMO


Dear followers,

with this cold I thought I'd offer you something to put all the days that canmake your total look really original.
Started to pull out all the classic sweaters sweet life.
This shirt is called "a sweet life" seems to have been born after thefamous actor Marcello Mastroianni in the role of the journalist Rubini,sported in the films of Fellini's La Dolce Vita in 1960.
Not to be confused with the turtleneck, which is characterized by endingin the upper half of the neck of the wearer, has a turtleneck collarupturned, is close to the body and can be worn in a variety ofcombinations.

And here are some suggestions:


1. Choose it rather flat, or in any of your size. Bundle is too large;

2. Eye also to the length. This should fall slightly (it is in his DNA) to life,never longer;

3. To help you choose the size considered around the shoulders. If you have no freedom of movement then it is too narrow;

4. Among the tissues: the best merino wool or cashmere;

5. The colors of preference are: gray, navy blue and black, of course:

6. Choose solid colors, your fantasies destinatele a better cause. Sothere will be fewer problems of matching;

7. You can wear it under my jacket and replace the classic formal shirt.Even when you tear off his jacket still have a neat and elegant;

8. Practical and functional. Want more?

9. The high neck and hurls the figure is more or less good at all. Amongthe men who loved him are among the other journalist Indro Montanelli, Senator Ted Kennedy, the conductor Valmidimir Ashkenazy and Stefano Accorsi;

10. Among his feature plus has a lot to keep warm, perfect for coldwinter days like these.

Nessun commento:

Posta un commento