TRANSLATE

giovedì 5 luglio 2012

KENZO ss. 2013



Per coloro che hanno fatto la loro strada per la Maison du Judo in Avenue de la Porte de Châtillon in arrondissement 14 a Parigi, vedere la sfilata per la primavera Kenzo / Estate 2013 collezione uomo, è stato un qualcosa di travolgente.
Non solo il vasto interno palazzetto dello sport ha accolto un vasto pubblico sui suoi livelli di tribune, ma l'atmosfera sportiva di arti marziali ha rispecchiato l'apprezzamento per la cultura asiatica e sartoriale con cui i direttori creativi di KENZO, Humberto Leon e Carol Lim, hanno arricchito l'intera collezione ss. 2013.

















All'interno della Maison du Judo, il pubblico ha atteso per lo spettacolo in un ambiente che ha tentato di catturare il concetto di giungla urbana ricorrendo a suoni prodotti dagli animali della foresta pluviale tropicale. 
40 modelli hanno sfilato intorno a nove quadrati creati da tatami gialli sovrapposti sul pavimento rosso, prima di terminare la loro parata sono rimasti in piedi, immobili. 








La collezione è stata ricca di colori misti, beige e con un seducente smeraldo, verde muschio, senape, blues vivaci e sfumature di marrone che hanno colorato tutti i capi impeccabilmente su misura e strutturati in cotone e tessuti di seta. 
La diversità di sguardi è stata esplorata in tutta l'assortita gamma sartoriale che comprendeva abiti, pantaloni larghi a pieghe, shorts, giacche squadrate da motociclista, giubbotti e giacche varsity, felpe ricamate e calzature mozzafiato. 
Stampe pixelate altamente seducente si alternano a blocchi di colore, le interpretazioni astratte di disegni mimetici, e delle strisce più convenzionali e controlli giustapposti in formati pannellati. 
E per confermare che Leon e Lim sono decisi a portare il cambiamento a Kenzo, le scaglie occasionali angolari di tessuti contrastanti sui gomiti delle giacche sono servite come un ricordo sottile del potere rigenerativo che la natura selvaggia e primitiva può avere quando strappa attraverso la superficie di impiallacciatura la civiltà.

For those who have made ​​their way to the Maison du Judo Avenue de la Porte de Châtillon 14 arrondissements in Paris, the fashion show for Kenzo Spring / Summer 2013 menswear collection was something overwhelming.
Not only is the vast interior of the sports hall has received a wide public about its levels of galleries, but the atmosphere of sport martial arts reflected the appreciation of Asian culture and tailoring with which the creative directors of KENZO, Humberto Leon & Carol Lim, have enriched the entire collection ss. 2013.
Inside the Maison du Judo, the audience waited for the show in an environment that has attempted to capture the concept of the urban jungle using sounds made by animals of the tropical rainforest.
40 models paraded around nine squares created by overlapping yellow mat on the floor red, before ending their parade remained standing, motionless.
The collection was full of mixed colors, beige and with a seductive emerald, moss green, mustard, bright blues and shades of brown that have colored all the leaders impeccably tailored and structured in cotton and silk fabrics.
The diversity of perspectives has been explored throughout the assorted range that included tailored suits, pleated slacks, shorts, jackets square biker jackets and varsity jackets, sweatshirts and embroidered shoes breathtaking.
Prints pixelate highly seductive alternate with blocks of color, abstract interpretations of camouflage patterns, stripes and checks and more conventional formats juxtaposed with tile.
And to confirm that Leon and Lim are determined to bring change to Kenzo, occasional angular scales of contrasting fabric on the elbows of their jackets served as a subtle reminder that the regenerative power of nature wild and primitive can have when it rips through the surface veneer of civilization.

Nessun commento:

Posta un commento