TRANSLATE

lunedì 7 aprile 2014

João Pimenta ss. 2014/15




L'unico stilista che ha mostrato durante São Paulo Fashion Week le sue creazioni concentrandosi esclusivamente sulla moda maschile e sugli accessori, è sempre João Pimenta che ha svelato le regole e la costante innovazione sartoriale nel vasto 
( e in gran parte conservatrice ) 
regno del menswear brasiliano. 















Tuttavia, il 31 marzo 2014 ( il primo giorno dell'ultima edizione di São Paulo Fashion Week ) lo stilista Pimenta ha rivelato una collezione per la Primavera / Estate 2014/15 , che ha dimostrato di essere uno dei suoi più forti degli ultimi anni.
Con la sua decostruizione e ricostruzione della sartoria tradizionale, la raccolta di Pimenta ha abbracciato una modernità quasi architettonica ancorata da un'indagine di streetwear e sportswear che ha descritto ( non senza qualche dell'umorismo) il surf couture. 
" Volevo sviluppare una collezione che ha rotto la mia stampa in cerca di ispirazione per il futuro piuttosto che al passato. Ho iniziato cercando in vestito tradizionale grigio, che è un fiocco di moda maschile indossato su una base regolare come una divisa, e ho fatto alcune modifiche discretamente incorporando nuove tocchi sartoriali come gli effetti patchwork geometrici... ". Questo processo è andato un passo oltre, con una tavolozza che ( oltre al grigio ), scherzosamente ha abbracciato varie tonalità di blu, argento e nero, e sperimentato con tessuti e silhouette androgine.













As the only fashion designer showing during São Paulo Fashion Week whose creations focus exclusively on men’s fashion and accessories, the pressure is always on João Pimenta to unveil regular and constant sartorial innovation in the vast (and largely conservative) realm of Brazilian menswear. Nevertheless, against the context of such high hopes, on 31 March 2014 (the first day of the latest edition of São Paulo Fashion Week) Pimenta revealed a collection for Spring/Summer 2014/15 that proved to be one of his strongest in years.  

By deconstructing and reconstructing conventional tailoring, Pimenta’s collection embraced an almost architectural modernity anchored by an investigation of streetwear and sportswear that he described (not without some humour) as surf couture. “I really wanted to develop a collection that broke my own mould by looking for inspiration in the future rather than in the past. I started by looking at the traditional grey suit, which is a staple of men’s fashion worn on a regular basis like a uniform, and made a few changes by discreetly incorporating new tailoring touches such as geometric patchwork effects” the designer explained in an interview for The Style Examiner. This process went one step further by featuring a palette that (in addition to grey), playfully embraced varied shades of blue, silver, and black, and by experimenting with fabrics and androgynous silhouettes.

2 commenti:

  1. Collezione stupenda
    Che carino!Ottimo post
    Buona giornata!!
    FOLLOW ME ON FACEBOOK
    CHIC STREET CHOC

    RispondiElimina
  2. grazie mille Flavia.
    ur blog is so wonderful, cingrats.
    Be our follower :)

    RispondiElimina